Il caffè della domenica: l’enantiosemia

Enantiosemia. Sembrerebbe una malattia, ma non lo è. Anzi, se soffrite di attacchi e accessi enantiosemici, è un bene: siete grandi appassionati di lingua e grammatica.

Deriva dal greco enantíos, “contrario”, e sema, “segno”. È il fenomeno linguistico per cui una parola assume nel tempo, nel suo svolgersi storico, un significato opposto a quello etimologico e originario. L’enantiosemia è una condizione semantica. Un termine enantiosemico è anche polisemico¹, ovvero dotato di più significati.

L’enantiosemia riguarda sia le parole che significano il contrario di ciò che, secondo la loro etimologia, significherebbero, sia le parole che hanno mantenuto il significato etimologico e in più significano anche il suo opposto

caffè della domenicaUn paio di esempi del primo caso sono gli aggettivi feriale e corretto. Feriale, infatti, nel linguaggio corrente significa solamente «lavorativo». Un giorno feriale è un giorno di lavoro, non festivo, come dice il suo etimo. Allo stesso modo corretto significa esatto, giusto, perfetto, mentre originariamente indicava qualcosa che era stato verificato e privato dei suoi errori (che prima c’erano) .

Sono, invece, parole enantiosemiche che mantengono il significato etimologico e il suo opposto:

  • Ospite: parola che indica sia chi riceve e alloggia sia chi alberga.
  • Pauroso: aggettivo che indica sia una cosa che fa paura (Ho visto un film davvero pauroso), sia una persona o un animale che prova paura (Il tasso è un animale pauroso).
  • Sanzionare: può significare sia punire che approvare. L’eccesso di velocità è sanzionato con una multa e la perdita dei punti sulla patente; la legge è stata sanzionata (approvata ufficialmente) dal governo.
  • Spolverare: significa sia togliere la polvere (Ogni giorno spolvero la mia scrivania) sia mettere una polvere (Ho spolverato la torta di cacao e zucchero a velo).
  • Storia: è un termine che definisce i racconti d’invenzione e di fantasia (come molte fiabe e molti romanzi), le storie che raccontano fatti di realtà (biografie, autobiografie, romanzi, articoli di cronaca) e la storia come materia si studio.

Questi sono solo alcuni esempi di parole enantiosemiche… E a voi, quali vengono in mente?

 

 


¹l’enantiosemia è un caso particolare di polisemia

 

Macrolibrarsi

scriveregrammaticando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto