Come si dice: vado a lavoro o vado al lavoro?

 

È un dubbio frequente chiedersi se si dice vado a lavoro o vado al lavoro. Allo stesso modo, si dirà mi metto al lavoro o… mi metto a lavoro? Potete sempre mettervi all’opera e avete risolto il problema. Ma il dubbio rimane: come si dice?

La risposta è senza incertezze: si va al lavoro e ci si mette al lavoro. L’espressione è sempre costruita con la preposizione articolata al, fusione della preposizione semplice a e dell’articolo determinativo il, che regge il sostantivo.

scrivania con tazza di caffè e agendaÈ vero che c’è una forte diffusione della locuzione costruita con la a, ma si tratta di una sovraestensione del suo uso, ovvero dell’impiego della preposizione semplice anche quando la lingua non lo permette e richiede altra forma. È una tendenza radicata ma ciò non la rende corretta.

Andare a lavoro e mettersi a lavoro sono espressioni che risentono del registro informale, colloquiale e sono proprie del parlato di livello basso.

È perciò corretto dire:

– andare al lavoro
– recarsi al lavoro
– essere al lavoro
– mettersi al lavoro

 

È giusto, inoltre, dire tornare dal lavoro. Ed è, da ultimo, corretto dire (con una leggera sfumatura di significato differente) andare a lavorare.

 

Vado allo studio

Allo stesso modo, si dice vado allo studio, al mio studio e non “a studio”. Si può anche dire, in questo caso, vado in studio, con la preposizione in.

Condividi il post e la buona comunicazione

scriveregrammaticando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
NewsletterIscriviti alla mia newsletter! Solo contenuti brillanti e in forma smagliante per te e il mio eBook sui 15 errori più frequenti di grammatica in regalo!

Periodicamente riceverai aggiornamenti, notizie, idee e curiosità sul mondo della grammatica e della comunicazione. Sali a bordo!