Si può dire “il più integerrimo?”

Il superlativo assoluto di un aggettivo indica che la qualità contenuta nell’aggettivo è stata espressa al massimo grado. Un grado che vale in sé stesso e di per sé, perché stabilito senza fare paragoni e confronti. Integerrimo è un superlativo assoluto. A volte si legge o si sente dire: “Tizio, il più integerrimo tra gli uomini”. È sbagliato, è un voler fare il superlativo di un superlativo. Non si può.

Il fatto è che non riconosciamo facilmente il valore di superlativo assoluto di integerrimo, perché i più frequenti sono ottenuti aggiungendo il suffisso -issimo. Questo fa sì che integerrimo venga usato per costruire un superlativo relativo o un comparativo. Proviamo a prendere un superlativo in -issimo: bravissimo. Si può dire “il più bravissimo”? Evidentemente, no. Così per integerrimo.

“Il più integerrimo degli uomini” è sbagliato

Poiché “il più integerrimo” è sbagliato, non possiamo nemmeno dire “il più integerrimo tra gli uomini”. Possiamo però comporre il superlativo assoluto non per aggiunta del suffisso -errimo ma premettendo all’aggettivo l’avverbio più: il più integro (nel senso di onesto, incorruttibile, rigoroso, severo) degli uomini. Già suona meglio ed è corretto. E, se ve lo state chiedendo, il più non introduce una comparazione. Ci dice che non vi sono altri uomini integerrimi. Oppure possiamo costruire l’espressione in questo modo: Tizio, che è l’integerrimo degli uomini…

Altri superlativi in -errimo

Statua romana.jpgEsistono altri superlativi che hanno come desinenza -errimo? Sì, sono i seguenti: acerrimo (da acre), asperrimo (da aspro), celeberrimo (da celebre), miserrimo (da misero), saluberrimo (da salùbre)

Hanno tutti in comune la provenienza dal latino: il superlativo assoluto si costruisce ricalcando la forma latina corrispondente. Integerrimo deriva dal latino integerrimus, superlativo di “integer”, cioè «integro, intatto», acerrimo da acerrimus, asperrimo da asperrimus e così via gli altri.

Condividi il post e la buona comunicazione

scriveregrammaticando

2 pensieri su “Si può dire “il più integerrimo?”

  1. Sempre più spesso si usa il pronome “gli” anche per il femminile, azichè “le”. Inoltre, in tv o nei film, quando uno si rivolge ad altro cui sta dando del Lei, anziche dirgli “Le stavo dicendo…” gli dice “Gli stavo dicendo…”

    1. Grazie Piergiorgio per essere passato dal mio blog!!
      La prima da lei citata è una tendenza in atto. Concordo con la linea di Serianni: è un errore e tale resta. Al femminile si continui a usare le.
      Sull’uso televisivo di “gli” al posto del «le» sono d’accordo con lei. Non è assolutamente corretto. È un modo improprio e completamente sbagliato di rivolgersi a una persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
NewsletterIscriviti alla mia newsletter! Solo contenuti brillanti e in forma smagliante per te e il mio eBook sui 15 errori più frequenti di grammatica in regalo!

Periodicamente riceverai aggiornamenti, notizie, idee e curiosità sul mondo della grammatica e della comunicazione. Sali a bordo!