La ricerca dei contenuti per scrivere il testo

Condividi il post e la buona comunicazione

Il momento più importante di tutto il processo di scrittura, senza il quale non possiamo procedere alla fase di stesura, è quello dedicato alla ricerca di dati, informazioni e idee, ovvero dei contenuti che costituiranno il nostro testo. Una ricerca che va condotta tenendo bene a mente le coordinate fondamentali del nostro testo e la mappa testuale (ve ne ho parlato la volta scorsa) che abbiamo creato, che costituisce il piano di ricerca e di lavoro in questa fase.

In concreto, che cosa devo cercare? Come, con che metodo? E quanto deve essere approfondita la mia ricerca?

Un primo criterio di ricerca: dati o idee?

Quale dei due tipi di materiali è più importante cercare: dati oggettivi e informazioni oppure idee e concetti elaborati riflettendo sul tema? Dipende dal tipo di testo che devo realizzare e da ciò che è più utile e interessante da trasmettere al mio lettore.

Se, per esempio, devo fare la descrizione di una persona, certamente i dati oggettivi (colore degli occhi, come sono i capelli, modo di vestire eccetera) sono importanti ma, per renderli in maniera originale e interessante per il mio lettore, mi servono molte idee su come unirli insieme, comporli e su cosa significhino, nel profondo, cosa, cioè, celino gli aspetti che ho preso in considerazione.

Se scrivo una relazione, ovvero un resoconto di attività che ho realizzato in prima persona e di risultati cui esse hanno portato, ho bisogno più di inserire nel testo molti dati e informazioni su quelle attività, su come si sono svolte e sugli obiettivi che hanno permesso di conseguire, e meno di idee, perché la natura del testo, la sua funzione è esporre dati ed esperienze e trarre da questi delle conclusioni, senza aggiungere osservazioni od opinioni in eccesso.

Un secondo criterio di ricerca: il grado di approfondimento

Una volta stabilito cosa devo cercare, di quanto materiale avrò bisogno? Tanto o poco? Questo dipende essenzialmente dal grado di approfondimento che posso (o devo) dare al mio argomento o tema.

Se devo trattare un argomento in una maniera che vada oltre la superficie e scenda in profondità, ho bisogno di molto materiale specifico. In altre parole, non posso accontentarmi di poche informazioni e poche idee. Abbiamo visto come il piano di ricerca è una serie di domande cui devo dare risposta. Ebbene, per gli argomenti che richiedono un deciso approfondimento, il piano di ricerca sarà costituito da diverse domande fondamentali che genereranno, a cascata, molto ulteriori sotto-domande. Quando troverò a sufficienza risposte di sostanza, di valore, allora la mia ricerca potrà dirsi conclusa.

Prendersi del tempo

Cercare informazioni e trovare idee richiede del tempo. Il mio consiglio è di segnare ogni domanda principale e le sotto-domande a essa collegate su un foglio (un A4 oppure un foglio protocollo). Per ogni domanda principale un foglio, in modo da avere tanti fogli quante sono le domande principali che vi siete posti. In questo modo, potrete appuntare tutto ciò che consente di rispondere a quella domanda e alle sue sotto-domande (che riporterete anch’esse) non appena lo trovate. Più siete organizzati, più risparmierete tempo da questo punto di vista.

Quali materiali cercare e come?

Abbiamo visto che per trovare i contenuti del testo, ci sono due tipi di materiale da cercare:

  • Dati, informazioni, conoscenze
  • Idee e concetti

Ognuno richiede un  metodo di ricerca specifico. Li vedremo nei prossimi due post.

Cercareinformazioni e idee richiede tempo e cura
Macrolibrarsi

Scrivere grammaticando

Appassionata, da sempre, di grammatica, con una romantica preferenza per la linguistica, mi occupo di scrittura, di revisione di testi e di progettazione di piani editoriali. Blogger da tempo immemore, curo i miei siti personalmente con molto amore e tanta passione. Ho fatto mia la frase di Wislawa Szymborska: «Tutto a questo mondo si distrugge per il continuo uso, tranne le regole di grammatica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
NewsletterIscriviti alla mia newsletter! Solo contenuti brillanti e in forma smagliante per te e il mio eBook sui 15 errori più frequenti di grammatica in regalo!

Periodicamente riceverai aggiornamenti, notizie, idee e curiosità sul mondo della grammatica e della comunicazione. Sali a bordo!