Verba volant, scripta manent

Condividi il post e la buona comunicazione


Verba volant, scripta manent. Le parole volano, gli scritti rimangono. La locuzione latina di oggi è una massima che ci ricorda l’importanza delle parole scritte, anche se, all’inizio, aveva il significato contrario.


Il detto ha infatti origine da un discorso del senatore Caio Tito rivolto al senato romano intorno all’80 aC. Caio Tito intendeva elogiare la capacità dell’oratore di farsi ascoltare, di lasciare un segno negli ascoltatori, convincerli, e imprimere le sue parole e il suo messaggio nella loro memoria. In quel modo, le parole potevano diffondersi in prestezza tra le persone, volando di labbro in labbro. Verba volant: le parole giungono, con facilità, ovunque e a chiunque. Per questo i messaggi erano spessissimo affidati al passaparola.


Soltanto in un momento successivo, verba volant, scripta manent ha assunto il significato che è meglio scrivere, e prestandovi la massima attenzione, le parole, invece che affidarle al solo piano della comunicazione orale. Ecco allora che, per sancire un accordo, si mette tutto nero su bianco perché l’accordo verbale si può facilmente dimenticare. Oppure lo si può mal interpretare e mal applicare a distanza di tempo. E può, quindi, essere senza difficoltà contestato, del tutto o in parte, a posteriori.

Verba volant, scripta manent, la mia infografica


Verba volant, scripta manent è oggi un invito a porre la massima cura a ciò che si mette su carta, a essere prudenti, perché poi quanto scritto e documentato potrebbe rivelarsi controproducente o contro il proprio interesse. Uno sbaglio, magari per la fretta, che si sia registrato per iscritto (e non sia stato corretto o cancellato) oggi si ripercuote, domani, su chi lo ha fatto come un errore più grande o una conseguenza negativa o non, in realtà, voluta.


Verba volant, scripta manent significa anche però, a mio avviso, che le parole sono preziose. Scrivere è un impegno. Richiede tempo. Richiede cura e capacità creativa. Implica un pensare diverso. Proprio per questo, la parola scritta, il suo messaggio, le sue immagini hanno un grande valore. Come ha un grande valore il potere della parola di restare nel tempo, di non andare perduta, di conservare memoria di sé e del suo autore e autrice.

Scrivere grammaticando

Appassionata, da sempre, di grammatica, con una romantica preferenza per la linguistica, mi occupo di scrittura, di revisione di testi e di progettazione di piani editoriali. Blogger da tempo immemore, curo i miei siti personalmente con molto amore e tanta passione. Ho fatto mia la frase di Wislawa Szymborska: «Tutto a questo mondo si distrugge per il continuo uso, tranne le regole di grammatica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
NewsletterIscriviti alla mia newsletter! Solo contenuti brillanti e in forma smagliante per te, ogni settimana (o quasi :-D)

Periodicamente riceverai aggiornamenti, notizie, idee e curiosità sul mondo della grammatica, della comunicazione e della scrittura. Sali a bordo! Ti aspetto.