Cosa si intende per enunciato in grammatica

Una parola che spesso, quando si studia la grammatica, si trova con facilità è enunciato. Ed è altrettanto frequente che sorga spontanea la domanda: cos’è, di preciso, l’enunciato? Cosa si intende con questo termine? L’enunciato è una frase oppure una sequenza di parole, con...

    Tra oppure fra?

    Tra o fra? C’è differenza tra le due? Ebbene, le preposizioni semplici tra e fra hanno il medesimo significato: indicano uno stare nel mezzo, in posizione intermedia, sia nello spazio che nel tempo, una scadenza che si trova nel futuro, una scelta tra alternative....

      Il registro linguistico: una definizione in breve

      Il registro linguistico è la scelta del modo con cui usiamo la lingua in una particolare situazione comunicativa, dalla conversazione al bar alla scrittura di un romanzo, da una riunione di lavoro a un commento su un social. È lo stile della lingua che,...

        La flessione linguistica

        La flessione è il cambiamento della forma di una parola variabile (nome, pronome, articolo, aggettivo, verbo), secondo determinate regole che dipendono dalla parte del discorso considerata.La flessione è un fenomeno linguistico importantissimo: permette di esprimere concetti diversi, come il maschile e il femminile, il...

          Cosa si intende per verbi difettivi: una definizione ed esempi

          Ci sono, nella nostra lingua, dei verbi che mancano di alcune forme: sono i verbi difettivi. Di solito, i verbi possiedono una coniugazione completa, quanto a modi, tempi e persone. I verbi difettivi, invece, hanno il paradigma incompleto. Difettano, cioè sono privi, di alcuni...

            I navigatori dello spazio: astronauta, cosmonauta e taikonauta.

            Guest post scritto da Fabiola Rizzi È inutile negarlo, tutto ciò che riguarda l’universo ci affascina e tanti di noi aspettano la notte per alzare lo sguardo verso il cielo stellato e luminoso. Fin dai tempi antichi   l’osservazione del cielo ha catturato l’attenzione...

              Pillole di grammatica: oggi il naso mi prude come non aveva mai…

              “Oggi mi prude il naso come non aveva mai fatto”. Prudere è un verbo difettivo (ne abbiamo parlato qui) del participio passato. I vari pruduto (formato seguendo la regola tecnica), pruso (formato seguendo la regola tecnica per i verbi irregolari della seconda coniugazione), prurso,...

                Ce o c’è: pillole di grammatica

                Si scrive ce o c’è? Sia ce sia c’è sono forme correntemente usate nella lingua italiana. L’importante è non confondere il loro significato, per usarle con correttezza nel contesto appropriato. Si usa e scrive c’è quando si tratta della terza persona del verbo esserci:...

                  Pillole di grammatica: spleso e splenduto esistono?

                  Oggi con questo post inauguro una nuova sezione del sito: le pillole di grammatica. Un angolo nel quale, ogni volta, troverete risposte brevi ed esatte a vostri quesiti specifici. Iniziamo oggi con una domanda che spesso mi è stata rivolta: Spleso e splenduto esistono?...